Se vuoi conoscere meglio la nostra cara Mamma Celeste, fermati e leggi...

 

Ricordati, piissima Vergine Maria, che non si è mai inteso al mondo

che qualcuno abbia fatto ricorso a te per implorare il tuo aiuto,

e sia stato abbandonato.

Anch’io, animato da tale confidenza, a te ricorro,

Vergine Madre Purissima,

e vengo a mettermi davanti a te,

peccatore avvilito ed affranto.

Tu che sei la Madre del Verbo,

non respingere la mia povera voce,

ma ascoltala benevola, ed esaudiscimi.

Amen.

 

San Bernardo di Chiaravalle

Questo sito è consacrato al Sacro Cuore di Maria Vergine Santissima, per la Maggior Gloria di Dio. Se in questo sito sono presenti testi o immagini soggetti a copyright, si prega di avvisare e verranno sostituiti.

 

Infanzia di Maria

Dalla Sacra Scrittura appare evidente che la Madonna apparteneva alla stirpe regale di Davide, da cui, secondo le profezie, doveva nascere il Messia.

Benchè di nobile discendenza, la sua famiglia era ormai decaduta dal suo antico splendore di gloria e di ricchezza. Infatti povera era la casa dove nacque Maria, e poveri erano i suoi genitori, ridotti alla condizione di umili e semplici artigiani. E questo lo possiamo provare dal fatto che la Vergine andò in sposa ad un altro artigiano del luogo, Giuseppe, secondo l'usanza del tempo.

La Madonna ebbe fratelli e sorelle?

Dal Vangelo non appare che la Madonna avesse fratelli o sorelle di sangue. Come figlia unica ereditò la sola proprietà che avevano i suoi genitori: la piccola casa di Nazaret. Perchè questa piccola proprietà non passasse ad altra famiglia, Maria sposò San Giuseppe, appartenente alla stessa stirpe di Davide.

Dove trascorse la sua infanzia la Vergine Maria?

Secondo un'antichissima tradizione, Maria trascorse la sua infanzia nel Tempio di Gerusalemme, dove rimase fino al quindicesimo anno di età. La Santa Bambina fu portata dai genitori all'età di tre anni per prestare servizio ed essere educata santamente nella legge del Signore.
Da alcuni episodi del Vangelo possiamo supporre che la Madonna ebbe una educazione assai intensa, e fu abituata, attraverso la pubblica preghiera di ogni giorno, alla costante vita di unione con Dio.

Quale avvenimento importante caratterizzò la vita di Maria mentre era al Tempio?

Molti Padri della Chiesa e Teologi sostengono che la Ma donna, mentre era al Tempio, si consacrò al Signore con il voto di verginità.
L'Immacolata era una creatura eccezionale e privilegiata. Preservata da ogni macchia di peccato fin dal primo istante della sua concezione, era logico che vivesse in uno stato di totale consacrazione a Dio.
La sua santità, la sua pienezza di grazia e la sua stessa natura di unica fra tutte le donne esigeva un impegno assoluto di donazione. Ciò compì Maria, al Tempio, col voto di verginità.

Quale riferimento troviamo nel Vangelo riguardo al voto di verginità della Madonna?

Dal Vangelo di San Luca risulta che la Madonna abbia fatto il voto di verginità prima che le venisse annunziato di diventare Madre del Redentore e prima ancora del matrimonio con San Giuseppe.
Alle parole dell'Angelo Gabriele («Ecco concepirai. un fi glio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù ») la Madonna risponde: « Come è possibile? Non conosco uomo » (Lc 1, 34). Nelle parole di Maria appare evidente la sua ferma volontà di rimanere vergine. Solo dopo essere stata rassicurata che suo Figlio Gesù sarebbe nato senza intervento di uomo ma per opera dello Spirito Santo, accettò umilmente di diventare - la Madre del Messia.
La verginità in Maria non fu un ostacolo, ma il mezzo più degno e conveniente per la realizzazione dei disegni di Dio.
 

Da http://amicidigesu.splinder.com